Un nuovo modo di comunicare il Franchising
Un nuovo modo di
comunicare il Franchising
franchising economico

Franchising economici (low cost) con investimento tra 0 e 2000 euro

Per franchising economici (o franchising low cost) si intendono tutte quelle affiliazioni commerciali che richiedono un investimento compreso tra 0 e 2000 euro per avviare l’azienda. 

In altre parole, si tratta della soluzione di attività in franchising ideale per tutti coloro che desiderano intraprendere una carriera lavorativa imprenditoriale pur non disponendo di grosse somme per iniziare.

Il meccanismo è sempre quello regolamentato dalla legge n. 129 del 6 maggio 2004 e l’accordo di collaborazione viene stipulato tra due soggetti economicamente e giuridicamente indipendenti – franchisor o affiliante e franchisee o affiliato – allo scopo di commercializzare determinati beni o servizi di proprietà della parte affiliante.

Concentriamoci, quindi, su alcuni consigli per aprire franchising economici (low cost) e redditizi per poi passare ad alcuni esempi di affiliazione commerciale che si stanno rivelando vincenti anche se sono stati avviati con budget davvero ridotti.

4 consigli su come aprire franchising economici (low cost)

Optare per l’apertura di un franchising economico significa spendere meno soldi per avviare l’attività imprenditoriale ma ciò non ha niente a che vedere con l’impegno e con le competenze necessari per avere un business di successo e redditizio nel tempo.

Inoltre, risparmiare sui costi e aprire franchising economici spesso si trasforma nella richiesta di più tempo, energie e capacità da parte dell’imprenditore che con il suo operato deve colmare le rinunce fatte per spendere meno.

Fatta questa precisazione, possiamo passare ai 4 consigli su come aprire franchising economici (franchising low cost):

  1. in fase di analisi di tutte le affiliazioni commerciali disponibili, scegliere un modello di franchising che non prevede un costo (fee) d’ingresso e/o commissioni periodiche sul fatturato (royalties) e dove allo stesso tempo il franchisor fornisce al franchisee l’arredamento e/o la strumentazione in comodato d’uso;
  2. un’altra strategia per ridurre le spese necessarie per aprire franchising prevede l’utilizzo degli strumenti gratuiti del web (come le piattaforme specializzate di settore, i social network e i siti di recensioni) al fine di promuovere l’attività o il negozio a costo zero o molto basso;
  3. se l’esigenza è quella di aprire un franchising economico e spendere pochi soldi, almeno in fase iniziale e se possibile sarebbe meglio non assumere personale. Se è vero che il titolare si dovrà occupare in autonomia della gestione in toto dell’attività in franchising, è vero anche che questa scelta permetterà di risparmiare molto. In alternativa, si può considerare di aprire con dei soci o la gestione familiare;
  4. se per aprire il franchising servono arredamento e/o attrezzature ha senso valutare l’acquisto di beni usati, il leasing o il noleggio a lungo termine per ridurre l’investimento iniziale o perlomeno per recuperare le spese attraverso la partita iva.

Esempi di Franchising economici (low cost): cosa si può aprire con meno di 1000 euro

La domanda che si fanno in molti è “cosa si può aprire con meno di 1000 euro?” e, in merito, bisogna dire che sono diversi i settori che si possono prendere in considerazione se l’obiettivo è quello di aprire franchising economici (franchising low cost)

Molti dei format economici sono nati grazie alla diffusione delle innovazioni tecnologiche e sono la risposta ad una nuova modalità di lavoro oltre che a una serie di esigenze che in breve tempo hanno creato una nuova tipologia di consumatore.

Ecco, quindi, alcuni esempi di franchising economici che richiedono un basso investimento iniziale (inferiore ai 1000 euro) per avviare l’attività:

  • corner in franchising da inserire all’interno di un’attività commerciale già avviata: classificato come franchising parziale, prevede l’allestimento di uno spazio espositivo con il marchio e i prodotti del franchisor all’interno del negozio; 
  • attività automatiche in franchising come, ad esempio, i distributori di cibi e bevande o di prodotti per gli animali domestici da inserire all’interno di un’attività commerciale già avviata o di una stazione ferroviaria (per citare due soluzioni economiche);
  • editoria online in franchising dove è compito del franchisee pubblicare notizie aggiornate e vendere gli spazi pubblicitari alle aziende locali.

Esempi di Franchising economici (low cost): cosa si può aprire con 2000 euro

Quali sono, invece, le opportunità imprenditoriali quando il budget per aprire un franchising sale? Ecco alcuni esempi di franchising economici e di cosa si può aprire con 2000 euro di investimento iniziale:

  • e-commerce in dropshipping con merce in conto vendita: il franchisee riceve un sito e-commerce già sviluppato e deve occuparsi della gestione e della promozione del negozio online al fine di massimizzare le vendite dei prodotti;
  • agenzia di viaggi online o ibrida: esistono dei format esclusivamente per il web come anche una serie di soluzioni ibride che prevedono una sede fisica ed è compito del franchisee occuparsi della gestione e della promozione delle offerte al fine di massimizzare le vendite.

Scopri tutte le possibilità di affiliazione con ALLTRADE