Archivio della categoria: News

Come aprire un franchising di sigaretta elettronica

 

 

Oggi come oggi la sigaretta elettronica è uno dei dispositivi più utilizzati. Ricordiamo che in merito ci sono numerosi dibattiti, dato che l’opinione pubblica, così come la comunità medica, è divisa tra chi ritiene faccia male e chi ritiene, invece, che non solo non produca danni ma che sia anche molto importante come mezzo per smettere di fumare. Inoltre, la sigaretta elettronica viene utilizzata anche da chi vuole diminuire il numero delle sigarette normali fumate durante la giornata e non solo da chi cerca di smettere.

 

Si tratta, quindi, di un business che, almeno al momento, non conosce crisi, dato che è un mercato in piena espansione. Proprio per questo motivo, chiunque voglia aprire un franchising può puntare su questo settore. In parole povere, ottenere un lavoro in franchising nel settore della sigaretta elettronica è un valido investimento per il futuro. Mettersi in proprio non è mai stato così semplice, perché con il franchising chiunque lo desideri può diventare manager, ma avendo alle spalle delle solide realtà che garantiscono per lui. Aprire un proprio punto vendita di sigarette elettroniche potrebbe essere un sogno per molti, ma, allo stesso tempo, richiederebbe delle somme di denaro talmente cospicue che ci potrebbero essere diversi problemi. Invece, grazie al lavoro in franchising si può realizzare un sogno e al tempo stesso si può cercare di sfruttare tutti i vantaggi dati dall’affiliazione. Un negozio in franchising di sigarette elettroniche è quell’occasione che molti stavano aspettando e che, finalmente, è arrivata. Di aziende che propongono l’affiliazione per mettere a punto un franchising di sigarette elettroniche ce ne sono davvero tante, dato che, come detto, si tratta di un settore in crescita, basti pensare a marchi leader nel settore della sigaretta elettrica come Green Smoke.

 

Quello che viene offerto, di solito, è uno stock di merce per partire nell’attività e l’arredamento dello store, che diventerà un punto vendita ufficiale del marchio per il quale si lavora. Quest’ultimo, inoltre, avrà tutto l’interesse a far sì che le cose vadano per il verso giusto. Una forte garanzia, in poche parole, per chi non ha enormi cifre da investire ma vuole comunque buttarsi in un settore quanto mai proficuo. L’investimento iniziale varia a seconda dei casi e dei marchi, mentre la scelta del locale è di sicuro la scelta più importante da fare. Su quest’ultima incidono vari fattori, che vanno dall’ampiezza del locale al suo stato. Indispensabile, poi, è trovare uno store collocato in una posizione geograficamente strategica: in poche parole, si deve guardare se nel raggio di un tot di km ci sono altri negozi di sigarette elettroniche, si deve capire che tipo di prodotti vendono e quali sono i prezzi, in modo da essere concorrenziali. Di sicuro si preferiscono le zone dove si potrebbe avere, seppure in maniera temporanea, una sorta di esclusiva perché non ci sono altri point che vendono lo stesso prodotto. Quando si cerca di aprire un franchising è bene informarsi prima su quella che sarà la casa madre: se ne dovrebbe verificare la serietà e anche quello che viene offerto. Naturalmente anche la casa madre chiede delle garanzie che chi desidera aprire l’attività deve poter dare.

 

 

 

Giovani e franchising

 

In Italia la percentuale di giovani disoccupati che non studiano e non cercano lavoro è altissima. La causa di quest’anomalia è sicuramente da ricercare nella difficile congiuntura economica attuale: spesso i giovani sono costretti a confrontarsi con un mercato del lavoro ostile, o quantomeno diffidente poiché più propenso ad assimilare figure già formate. In simili condizioni per un giovane diviene quasi impossibile acquisire esperienza di qualunque tipo, figurarsi ricavare dei profitti. Per tantissimi, infatti, l’unica scelta possibile sta nell’essere assunti in qualità di dipendenti o rassegnarsi alla disoccupazione. Una possibilità alternativa concreta, invece, potrebbe essere avviare un’attività commerciale. Solitamente i giovani non dispongono di capitali da investire e, per questo motivo, il franchising può rivelarsi un’ottima soluzione. Aprire un franchising permette di appoggiarsi a delle realtà imprenditoriali già avviate e solide, con marchi riconosciuti e affermati nel campo commerciale, in grado di offrire consulenza sulla logistica, indicare politiche adatte, facilitare la gestione del punto vendita e offrire corsi di formazione specifici. In particolare, in base alle statistiche, aprire franchising nel settore abbigliamento e intimo garantisce quasi sempre un buon rientro economico nel breve e lungo periodo: basti citare grandi nomi come Calzedonia, Intimissimi o Tezenis. Non è solo il settore abbigliamento a guardare al franchising. Orientandosi verso figure professionali qualificate, anche colossi quali Euronics e Auchan propongono il franchising. Euronics, uno dei più grandi gruppi d’Europa, permette di optare tra differenti tipi di punto vendita: Euronics, Euronics City e Euronics Point, scelti in base alla densità demografica del comune prescelto. Auchan, attiva in 11 regioni, ha 5 ipermercati in franchising operativi su territorio nazionale. È legittimo osservare che il franchising può essere un nuovo orizzonte al quale guardare sia per iniziare il proprio percorso che per affermare e accrescere in positivo la propria identità professionale.


Il più grande network di blog professionali

Aprire un franchising, un’opportunità che può fare la differenza!

 

Opportunità di business e di guadagno, in generale, è difficile trovarne. Chi ha il proprio lavoro, e più specificamente, un proprio prodotto o servizio da promuovere e commercializzare, se lo tiene stretto.

Per avviare un’attività, oggigiorno, ci vogliono tanti soldi, pazienza e fortuna. Nei migliori casi, dopo qualche anno di lavoro si rientra dall’investimento, qualora non fosse così tanto grande la spesa iniziale. Un’occasione, in un’ottica più positiva, potrebbe essere senz’altro l’idea di aprire un franchising: l’esperienza insegna che molte persone, negli ultimi anni, si sono affidate a professionisti seri del proprio settore di riferimento ed hanno conseguito ottimi risultati.

Una cosa è aprire un’attività su strada partendo da zero, un’altra (ben diversa sotto molteplici aspetti) è “acquistare l’esperienza” di chi per questo percorso ci è già passato ed ha costruito un metodo e tanti accorgimenti da applicare per conseguire risultati nel tempo.

Affidarsi a professionisti seri, questo dovrebbe essere la massima di chi cerca di avviare un’attività; aprire un franchising è la scelta giusta, non rischiosa e, se ben ponderata, con una percentuale di successo molto alta. Diversamente da quanto si pensa, generalizzando, esistono moltissime opportunità di franchising con aspetti decisamente convenienti.

Basta saper valutare la compagnia alla quale ci si rivolge ed essere attenti a fattori quali la serietà, la professionalità, l’esperienza e la bontà dell’offerta. Con un po’ di applicazione e fortuna i risultati arrivano: parola di chi ha scelto di aprire un franchising ed è contento della propria scelta!